अभ्यङ्ग

Tutto in uno, uno in tutto
“Corpo, mente, anima, questi tre sono come un tripode:
il mondo si regge sul loro insieme,
in loro prende dimora ogni cosa”

Charaka Samhita

“L’individuo sano è colui che ha gli umori, il fuoco digestivo, i componenti tissutali e le funzioni escretorie ognuno in buon equilibrio, e che ha lo spirito, i sensi e la mente sempre compiaciuti”.  

Sushruta Samhita

L’equilibrio esprime la forza, il potere, la luce,la migliore comprensione della vita.

Il lavoro sulla struttura del corpo produce un cambiamento dell’energia che sfocia in un mutamento a livello mentale che darà come risultato una trasformazione sul piano dell’anima. Attraverso l’Abyangam, il Trattamento Ayurvedico, si può dare inizio ad un processo di trasformazione teso a ritrovare l’equilibrio. Qualsiasi negatività corrisponde ad una condizione di buio. Quando si vive in uno stato di depressione, di tristezza, di frustrazione o di malessere del corpo e ci si lascia prendere dalla spirale della sofferenza, passivamente, non si hanno quegli stimoli positivi che sono necessari per proseguire il proprio cammino.

È importante avere coscienza della responsabilità che ciascuno ha nei confronti di se stesso facendosi parte attiva nel percorso di guarigione e cercando la forza di trasformare lo stato negativo e passivo. Un considerevole aiuto in questo senso può essere dato dall’Abyangam che intervenendo a livello energetico toglie dallo stato di grigiore; dando una sensazione di fluidità, dona luce.

La luce è una cura

Attraverso il Trattamento Ayurvedico si ha l’opportunità di entrare in contatto con se stessi e dunque di ritrovare la condizione di armonia che permette di vivere una vita serena e in salute. Se sei felice, se stai bene, anche il tuo corpo starà bene.

“L’Abyangam è semplicemente un tocco per entrare in una nuova dimensione, attraverso la comunicazione e l’esplorazione. È cura tra due persone, una attiva e l’altra passiva-ricettiva, che condividono gioia, amore, energia, affetto, attenzione e consapevolezza. L’Abyangam è la cosa più bella e crea le condizioni necessarie per la guarigione”.

Swami Joythimayananda

L’Abyangam fa parte del complesso sistema dell’Ayurveda che affonda le sue radici negli antichi testi sacri, i Veda, ed è praticata da migliaia di anni in India. Attraverso varie tecniche e con l’applicazione di oli erborizzati in tutte le parti del corpo, si riequilibrano le energie e si purifica l’organismo. A seconda  della costituzione e degli eventuali squilibri viene deciso il trattamento più appropriato al fine di riportare l’armonia.

Il rilassamento ottenuto grazie all’Abyangam genera una reazione a catena di benefici psicofisici, sensazioni di piacere e benessere dell’anima, calma e riduzione di stress e tensione.

  • A livello fisico, attraverso l’Abyangam si può ottenere il rallentamento del processo di invecchiamento, la disintossicazione ed il ringiovanimento dei tessuti, la tonificazione dei muscoli, la correzione delle inabilità psicofisiche, una maggiore flessibilità delle giunture ed il mitigarsi dei dolori reumatici.
  • Dal punto di vista fisiologico si può ottenere un buon funzionamento degli organi dei sistemi digestivo, circolatorio, respiratorio ed escretorio.
  • A livello psicologico, si possono ottenere calma e chiarezza mentale, una maggiore resistenza allo stress, l’eliminazione dei traumi emozionali, della stanchezza, dell’insonnia, della depressione e dell’ansia ed il miglioramento della comunicazione.
Share