Quando c’è, per così dire, dualità, allora l’uno fiuta l’altro, lo vede, lo ascolta, gli parla, lo pensa, lo conosce. Ma quando la totalità dell’individuo è diventato il Sé, con che cosa e chi potrà fiutare, vedere, ascoltare, parlare, pensare, conoscere? Con che cosa potrà conoscersi quello per mezzo del quale tutto l’universo conosce? Con che cosa potrà conoscersi il conoscitore?

Brhad. U II-IV,14

L’uso delle gemme è la principale terapia dell’astrologia vedica che tiene conto della Prakruti ma anche del destino dell’anima. Le pietre esprimono caratteristiche vibrazionali che sono date dal colore, dagli elementi e dai pianeti ad esse collegati.

In caso di uso terapeutico, anche le pietre vengono sottoposte ad un trattamento di purificazione. Immerse in succo di aloe o di latte, vengono poi incenerite o immerse in alcool. Per uso domestico, le gemme possono essere purificate lasciandole a bagno in acqua salata per due giorni. Dopo la purificazione, l’energia delle gemme e delle pietre può essere attivata mettendole a bagno in un bicchiere d’acqua la notte e bevendone il liquido il giorno dopo oppure semplicemente indossandole come monili.

Visto che secondo il sistema vedico le dita della mano sono in corrispondenza dei pianeti, se portiamo al dito una gemma corrispondente al relativo pianeta ne rafforzeremo l’influenza.

  • Indice – Giove
  • Medio – Saturno
  • Anulare – Sole
  • Mignolo – Mercurio

Per i pianeti che non hanno corrispondenza in nessun dito si può usare il dito relativo al pianeta amico. Venere è amica di Saturno e di Mercurio, Marte è amico di Giove e del Sole, la Luna è amica del Sole e di Giove.

Principali corrispondenze fra pietre e pianeti e loro uso psicologico
  • Sole – Rubino, granato, pietra del sole – Autostima, energia, leadership.
  • Luna – Perla, pietra di luna – calmante per la mente e le emozioni, dona amore e pace.
  • Marte – Corallo rosso – Rafforza la volontà e la vitalità.
  • Mercurio – Smeraldo, tormalina verde, giada – equilibra la mente, il giudizio e la percezione.
  • Giove – Zaffiro giallo, topazio, quarzo citrino – Saggezza, forza, creatività.
  • Venere – Diamante, zaffiro bianco, cristallo di quarzo chiaro, corallo bianco – Sensibilità, amore, immaginazione.
  • Saturno – Zaffiro blu, ametista, lapislazzuli – Distacco, pazienza, indipendenza.
  • Nodo lunare nord (Testa del Drago) – Granato – Percezione chiara, giudizio equilibrato, buon senso.
  • Nodo lunare sud (Coda del Drago) – Occhio di gatto – Discernimento, focalizzazione, concentrazione.

Non a conoscenza degli antichi, Plutone sembra essere collegato a pietre scure come corallo nero o onice; Nettuno è accomunato agli opali; Urano alle pietre saturnine blu scuro come l’ametista.

Agata – Akika

L’agata contiene gli elementi etere, aria e fuoco ed ha un’energia fredda. Afrodisiaco, allevia i disturbi di Kapha, dona stabilità a Vata e si usa in caso di emorragie, di malattie del cuore, di gengive e denti e nella cura di calcoli alle vie urinarie. L’agata protegge i bambini dalla paura e stimola il risveglio spirituale.  

Chakra: 2 – 3 – 4

Ambra – Trna Kanta

L’ambra è di sapore e di vipaka dolce con un virya freddo ed è un calmante che agisce sul sistema endocrino e viene usata in caso di malattie di cuore, di emorragie e di disturbi gastrointestinali. Allevia inoltre i disturbi del sistema nervoso.  

Chakra: 2 – 3 – 4 – 5

Ametista

L’ametista contiene gli elementi etere e acqua. Benefica per Vata e Pitta, calma le emozioni e i nervi, rafforza il sistema endocrino e immunitario ed è la pietra spirituale per eccellenza che dona amore, compassione, speranza e chiarezza.

Chakra: 6 -7

Berillo – Eliodoro

Il berillo contiene gli elementi fuoco ed etere, stimola Pitta e allevia Vata e Kapha. Ha un’azione disintossicante e rivitalizzante sul sistema nervoso, è eccellente per la costipazione e la digestione, promuove l’intelligenza ed incrementa i valori dell’arte e della musica.

Corallo – Pravala

Il corallo contiene gli elementi acqua, terra e fuoco, il suo sapore è dolce e la sua azione calma Pitta. Carminativo, depuratore del sangue, stimolante della digestione e promotore della vista, aiuta a controllare l’odio, l’ira e la gelosia.

Cristallo di rocca – Sphatika

Il cristallo di rocca è di sapore dolce ed ha un’energia fredda. Ha un effetto purificante sia per il corpo che a livello spirituale ed è utile in caso di emorragie, di febbre alta e di sensazioni di bruciore in tutto il corpo, di anemia, di ittero, di asma e di debolezza.

Chakra: tutti

Diamante – Iraka – Vairam  

Il diamante contiene tutti gli elementi ed è  un potente afrodisiaco, cardiotonico e rasayana, infonde al corpo forza e solidità e si usa in caso di diabete, impotenza, consunzione, anemia, edema e cancro. Il diamante stimola Vata e Kapha e calma Pitta, aiuta a creare uno stretto legame nelle relazioni umane ed è spiritualmente elevante.

Chakra: 6

Eliotropio – Diaspro sanguigno

L’eliotropio contiene gli elementi fuoco e acqua ed è antianemico, antiemorragico e depurativo; benefico per l’anemia, per il fegato e per i disordini della milza, si usa come purificatore del sangue. Questa pietra aiuta a promuovere la tendenza spirituale nei bambini.

Chakra: 1 – 4

Giada – Sange Yasaba – Vyoshma

La giada ha un virya freddo ed è utile in caso di malattie di cuore, di dolori colici, di gastriti, di bruciore della minzione e di calcoli delle vie urinarie; questa pietra migliora la digestione.

Granato

Il granato rosso contiene gli elementi fuoco e terra, quello verde fuoco e aria e quello bianco contiene acqua. Il granato rosso, giallo e marrone avendo un’energia riscaldante è benefico per Vata e Kapha mentre quello bianco e quello verde, rinfrescanti, sono benefici per Pitta. Il granato rosso rafforza, purifica e rivitalizza i sistemi del corpo ed aiuta a ristabilire l’equilibrio allineando i corpi sottili.

Chakra: 1 – 4

Lapislazzuli – Rajavarta

Il lapislazzuli contiene gli elementi fuoco, etere e acqua ed è di sapore piccante e amaro. Raffreddante, è un rasayana, favorisce la digestione ed il nutrimento dei tessuti, rafforza gli occhi ed il sistema immunitario e si usa in caso di malattie croniche debilitanti, di asma, di malattie urinarie e di vomito. Questa pietra rende sensibile alle più elevate vibrazioni spirituali chi la indossa.

Chakra: 5 – 6

Occhio di gatto – Vaidurya

L’occhio di gatto è dolce ed ha proprietà raffreddanti, favorisce lo sviluppo dei tessuti, è uno stimolante della digestione, è un promotore dell’intelletto, della longevità e della forza, si usa in caso di emorragie ed è utile nella cura degli occhi.

Opale

L’opale contiene gli elementi acqua, fuoco ed etere, è benefica per Vata e Kapha, favorisce la crescita del bambino, promuove sentimenti di benevolenza ed è la gemma della compassione, della creatività e della comprensione.

Perla – Mukta

La perla contiene acqua, aria e terra, ha un sapore dolce, un virya freddo ed una vibrazione calmante e curativa che equilibra i Tridosha. Con un’azione antiacida, emostatica, nervina e sedativa, è benefica per Pitta, purifica il sangue, calma l’eccessiva eccitabilità nervosa e si usa in caso di iperacidità, di malattie di cuore, di asma, di tosse, di bronchite, di febbre cronica, di consunzione, di emorragie, di affezioni epatiche e biliari e di herpes. È indicata per i bambini in crescita e per le donne in gravidanza. 

Pietra di sole – Surya Kanta

L’avventurina ha una potenzialità calda ed è un rasayana, attenua Vata e Kapha e favorisce l’intelletto.

Pietra di luna – Chandra Kanta

L’adularia contiene acqua, aria e etere ed ha un’energia fredda che allevia Pitta, è utile nelle malattie caratterizzate da emorragie ed in caso di sensazioni di bruciore nel corpo, di febbre alta e di malattie di cuore. Questa pietra, in stretta relazione con le emozioni umane e con l’acqua corporea, calma la mente.

Chakra: 4 – 6

Rubino – Manikya

Il rubino contiene fuoco, aria ed etere, ha un virya caldo ed equilibra i Tridosha ma è da usare con cautela in caso di Pitta elevato. Di sapore dolce, è afrodisiaco e cardiotonico, stimola la digestione ed il metabolismo, favorisce la concentrazione, infonde coraggio, tonifica i nervi ed il cuore, è molto efficace in caso di emorragie e si usa per l’impotenza.

Chakra: 1 – 2 – 4

Smeraldo – Tarksya

Usato per rendere propizio il pianeta Mercurio, lo smeraldo equilibra i Tridosha, rafforza il sistema immunitario ed è utile in caso di anemia, di asma, di febbre cronica, di vomito, di emorroidi e di edema.

Chakra: 3 – 4

Topazio giallo – Pushparaga

Il topazio contiene fuoco, etere ed aria ed allevia Vata e Kapha, è un equilibratore emozionale, è uno stimolante ed un tonico digestivo, promuove la passione, dona forza ed intelligenza e solleva dalla paura.

Chakra: 2 – 3 – 4

Tormalina – Vaikranta

La tormalina è un succedaneo del diamante che ha tutti i sapori ed equilibra i Tridosha, favorisce la concentrazione aumentando al contempo la sensibilità e viene usata in caso di anemia, di malattie addominali, di asma, di  bronchite e di disturbi urinari.

Turchese – Peroja

Il turchese, che è di sapore dolce e astringente ed ha un’energia fredda, ha proprietà antitossiche, stimola la digestione, favorisce la forza e l’attività delle cellule cerebrali ed è utile in caso di malattie di cuore e degli occhi.

Chakra: 5

Zaffiro – Nila

Lo zaffiro, che viene impiegato per contrastare gli effetti negativi di Saturno, contiene aria ed etere ed equilibra i Tridosha. Afrodisiaco, favorisce la digestione ed il metabolismo, la forza ed il colorito e si usa in caso di problemi della pelle, di asma, di bronchite, di reumatismi, di sciatica, di dolori nevralgici, di epilessia e per problemi al cuore.

Chakra: 5 – 6

NB: Tutte le informazioni presenti nel sito hanno uno scopo meramente divulgativo e non sono in alcun modo da considerarsi come prescrizioni di carattere medico.

Share