Vieni, Madre, vieni!
Perché terrore è il Tuo nome, la morte è nel Tuo respiro, e la vibrazione di ogni Tuo passo distrugge un mondo per sempre.
Vieni, Madre, vieni!
La Madre appare a chi ha il coraggio d’amare il dolore e abbracciare la forma della morte, danzando nella danza della Distruzione.

Vivekananda

Shri Mahakali Chalisa

jayati mahaakaalii jayati,
aadya kaalii maata
jai karaala vadane jayati,
jagata maatu vikhyaata

Vittoria a Te, Oh Mahakali! Vittoria a Te, Oh primordiale fonte di tutti gli esseri!  Vittoria a Te, Oh Dea dall’aspetto formidabile, che sei rinomata come la madre del mondo!

jai jai ruupa prachandikaa devi
mahaakaalikaa devi
jayati jayati shiva-chandrikaa,
sura nara munjana sevi

Vittoria, tutte le vittorie a Te, Oh grande Dea Mahakalika, dal terribile e pauroso  aspetto! Vittoria a Te, Oh Luna sui capelli di Shiva che sei sempre adorata dagli  dei, uomini, eremiti e devoti.

jayati jayati raktaasanaa,
raudramukhi rudraanii
ari shonita khappara bharanii,
khadaga dhaarinii shuchi paani

Vittoria, tutte le vittorie a Te, Oh consorte di Rudra; sei spaventosa da guardare e preferisci bere sangue caldo; sei descritta con una spada nella tua santa mano e mentre riempi con il sangue delle tue vittime la tua ciotola fatta con un cranio.

jai jai jai maiyaa shrii kaalii
jayati khadaga kara khappara vaalii
jayati mahaamaayaa vikaraaaa
rudra-shakti kaalahun ko kaalaa

Gloria, gloria a te, Oh Kali, portatrice di una ciotola fatta con un cranio e di una spada nelle tue mani. Vittoria a Te, Oh terribile Delusione, potenza di Rudra e la vera morte della Morte.

maan madhu kaitabha ke vadha hetu
pragati shrii hari ke tana de tuu
shyaamala gaata maata tava sohata
ravi sama cavi lakhi chavipati mohata

Oh Madre, è per la sconfitta dei demoni Madhu e Kaitabha che Tu sei apparsa dal corpo di Hari. Oh Madre, la tua oscura forma radiante come il sole sembra così splendidamente bella che il dio della bellezza stesso non può che soccombere al tuo fascino.

dasha mukha tiisa netra mana bhaavana
bhaala baala shashi mukuta suhaavana
ko chavi varani sakai maan teeri
shyaama kesha janu ghataa sugherii

Tu hai dieci faccie con trenta affascinanti occhi, una luna crescente e una bella corona sulla tua testa. Oh Divina Madre; chi può descrivere la tua avvenenza e i tuoi capelli neri che sembrano nuvole ammassate?

ura ari mundamaala chavi chaajata
astra shastra dasha hata viraajata
khappara khadaga trishuula kuthaarii
gadaa chakra dhanu shankha sudhaarii

La bellezza della ghirlanda fatta con i teschi delle tue vittime appare splendida come lo sono le armi in tutte le tue dieci braccia. Tu porti un teschio, una spada, un tridente, un’ascia, una clava, un disco, un arco e una conchiglia, tutte al loro giusto posto.

ari kara katana ghaangaraa raajai
anga-anga shuchi bhuusana saajai
ranjita rakta dasa charana karaalaa
jihi vishaala ruupa vikaraalaa

La bella gonna fatta dalle braccia mozzate dei tuoi nemici sembra così appropriata come i sacri ornamenti che adornano ogni parte del tuo corpo. I tuoi dieci terrificanti piedi sono tutti macchiati di sangue e sporge la tua lunga lingua facendoti apparire paurosa.

jabahin attahaasa maa karati
kaampata thara-thara thara thara dharatii
aadi shakti dhani jaga dhaatrii
mahaa pralava kii adhishthaatrii

Oh Madre, quando ridi la terra trema. Benedetta sei tu, Oh Energia Primordiale e madre adottiva del mondo, Tu sei la dea della distruzione (che causa la distruzione universale).

maan tava pragata shrii shankara
rasanaa baahara vadana bhayankara
dhani dhani kalakatte kii kaalii
sahasabhuji shrii shivapura vaalii

Oh Madre Kali! sono i tuoi piedi divini che rendono possibile la comparsa di Shiva in questo mondo; hai una lunga lingua prominente ed un aspetto terribile. Benedetta sei tu, Oh Madre Kali di Calcutta, che ha mille braccia e che ha la sua dimora a Shivapura.

tuuhii kaalii siya dashamukha naashyo
shrii raghupati pada vijaya vilaaso
jaga sukha shaanti hetu kalyaanaa
kariin ruupa dhaarana vidhi naanaa

Oh Kali, come Sita tu fosti strumento della distruzione del demone Ravana e nella vittoria di Raghupati, diventando amorosa ai piedi del Signore. Tu assumi svariate forme per il bene, la pace e la felicità del mondo.

tuu hii shrii krishna ruupa kii kaalii
chandrahaasa muralii kara vaalii
chaturbhuji tau astabhuji dhaarii
kahun dashabhuja ashtaadashakarii

Ti manifesti nella forma di Krishna e fai che la tua spada si trasformi misteriosamente in un flauto nella tua mano. Talvolta prendi la forma di Vishnu dalle quattro braccia, altre volte in forme dalle otto braccia (Durga, per esempio), ed altre con dieci o diciotto braccia.

kahun batiisa chausatha bhuja dhaarata
kahun sahasra bhuja kari ari maarata
tuu hari shakti ardha vaalii
tiikshanadanta rasanaa risi vaalii

Talvolta appari con trentadue braccia, mentre altre volte il doppio, ed altre volte ancora moltiplichi le tue braccia in un migliaio in modo da combattere i tuoi nemici. Tu sei il la vera potenza di Hari invocata con preghiere a mezzanotte; hai denti affilati ed una lingua sporgente mostrando la tua sete di sangue e la tua paurosa natura.

raktachandikaa khadaga dhaarinii
rudra chandrikaa khala sanhaarinii
shrii satashringii aadya kaalii
kaalii khoha nivaasini vaalii

Tu sei una furiosa combattente con la spada nella mano (solitamente sei dipinta nel campo di battaglia o nei campi di cremazione dove stai su un cadavere attorniata da sciacalli e fantasmi); tu sei allo stesso tempo calmante come la luna e terrificante come Rudra. Tu sei sublime come una montagna dalle cento vette e sei una dea primordiale dalla nera carnagione. Tu dimori in scure e disabitate caverne.

aadi maatu tuuhii nara shiramaalii
tumhiin kansa hananii vaitaalii
tumhiin bhadrakaalii kailaashii
sadaa khalana ke rakta mkii pyaasii

Tu sei la madre originale (di tutti gli esseri) ed alla fine del tempo una terribile divinità con teste umane come ghirlanda; Tu sei colei che uccise Kansa e colei che sottomette fantasmi e goblin; Tu sei Bhadrakali, che dimora sul Kailasha e colei che beve il sangue dei maligni.

khacha-khacha-khacha shira kati shatru kara
bhara-bhara-bhara shonita khappara bhara
dala-dala-dala daanava bhakshana kara
chala-chala-chala-chala rakta khalana kara

Ancora ed ancora tagli le teste dei tuoi nemici (con la tua fendente spada) e riempi la tua ciotola fatta da un cranio con sangue (sgorgante dai cadaveri). Ti ingozzi con le armate di demoni una dopo l’altra assalendoli più volte versando il loro sangue malvagio.

gani-gani-gani ari karahu nipaataa
dhani-dhani-dhani shrii kaalii maataa
yahi aradaasa daasa kahan maaii
puurahu aasa tu hou sahaaii

Benedetta, benedetta, benedetta sei tu, Oh Madre Kali, che getti alla polvere i tuoi nemici uno dopo l’altro. Io ti supplico, Oh Madre, di soddisfare i miei desideri e di garantirmi il tuo favore.

paryo gaadha sankata aba bhaarii
kehi kaa maiyaa aaja pukaarii
chari chora llagyo maga mohii
karana chahata raghupati ko drohii

Sono in una situazione difficile e pericolosa Oh Madre, e non so a chi chiedere aiuto. Sono stato coinvolto nelle strade accidentate della vita da quattro ladri che mi hanno fatto andare contro il Signore della casa di Raghu Rama.

hai yehii shatruna kaa bhuupaa
kaama krodha moha lobha saruupaa
inhiin dehun yadi anta pachaarii
tabahin milahin bhagavanta murarii

Questi sono i miei principali nemici, i signori sovrani di tutti i peccati mortali ; lussuria, rabbia, infatuazione ed avarizia. Se Tu li abbatti (e non mi abbandoni ai miei problemi), sarò benedetto con devozione dal nemico di Mura, chiamato, Signore Krishna.

duujo eka arja yaha maataa
todahu sapadi khalana ke taantaa
jete dushta maha aparaadhii
badakarmii paamara baka vyaadhii

Ti esorto anche, Madre, a mettere fine immediatamente all’infinita serie di malvagi (che mi esasperano). Tutte quelle anime malvage, che sono peccatori incalliti, che agiscono nel male, meschini, che soffrono di pigrizia e che fanno pettegolezzo:

jo nita binu aparaadha sataavata
dharma karma shubha ho na paavata
tinhin maatu tuu chaki jaa haalii
bachana putra kii hoya na khaalii

Quelli che causano irritazione senza essere provocati e che rendono invani tutte le osservanze religiose e gli atti propiziatori, prendili, Oh Madre e massacrali senza indugio; non lasciare che questa preghiera del tuo figlio sia vana.

puni bani aindrii aavahu maataa
adbhuta shakti dikhaavahu maataa
jhatapata lehu khalahin sanhaari
mori maatu jani karahu abaarii

Ti esorto, Oh Madre, a rivelarti come potenza di Indra (o come Indrani o come Durga) e mostrare la tua meravigliosa grandezza. Sconfiggi immediatamente i malvagi senza alcun indugio.

bharanu shanti sukha dhana jana dhaamaa
ati ananda hoii yaha graamaa
puni puni vinavahi sundaradaasaa
maiyaa puura karahu abhilaashaa

Riempi le case dei tuoi devoti con pace, felicità e prosperità così che questo paese diventi un posto con crescente felicità. Sundardasa si prosta a te ancora ed ancora, Oh Madre, e ti supplica di soddisfare le sue aspettative.

 

Share